lunedì 9 luglio 2012

Ho incontrato lo Storiaio e mi ha detto..

Allora,
come la vuoi questa storia ?
Dimmi come la vuoi e io te la fabbrico,
subito, sul momento.
Ti fabbrico una storia maremmana, quella che serve per stare meglio.
Non mi capisci ?
Faccio un'esempio:   vuoi  sapere cosa è successo alla moglie del fornaio, si...
quella bella donna che ha la bottega in piazza su per l'Amiata?
Io ti racconto la storia, tutta, ti dico pure quello che già ti ho detto,
te la racconto e ricomincio sempre da capo.
Tu lo sai che da sempre io vendo le storie a chi  le compra.
Ti avverto che costano un centesimo di più tutte le storie che fanno paura, si , quelle che parlano delle magie, dei morti o delle streghe. Costano pure 2 centesimi di più le ultime storie dei Lupi  Mannari sù per Scansano. Non fare quella faccia,  devi capì che io faccio fatica e m' impegno per farti provare la "Paura".


Se vuoi ascoltare storie antiche, quelle che io so tutte bene bene,
dico quelle che hanno lasciato qui nella Maremma nostra gli  Etruschi,
mbè per sentire quelle mi offri una cena.
Vorrei tanto una  minestra calda e un bicchiere di vino rosso, il vino che fai tu.
Dormo dove capita, lo sai, nel pagliaio per esempio.
Insomma, 
Come la vuoi questa storia e perchè non mi  rispondi  ?
Ma non sei mica innamorato e grullo  ? 
Se la vuoi dolce e d'amore dillo,  mi paghi solo il lunaio che t' ho portato, quel  libricino piccolo che ti serve per sapere di preciso quando devi seminare e che cosa..
E' utile il lunaio in campagna, maremma boncitta.
Ma che fai?
Perchè mi guardi così ?  
Mi sembri sciorno,
ma ti sarai mica rimbambito in questi anni che io non ci so stato?  
So io, no ! 
Sono  LO STORIAIO, maremma bona, non mi riconosci ? 

Posta un commento