mercoledì 26 settembre 2012

Lo Storiaio racconta: Sasso che ruzzola 'un fa carpiccia

" Sasso che ruzzola 'un fa carpiccia.." , 

è un lemma dialettale della Maremma Toscana, carpiccia significa muschio.
Viene usato per  indicare una persona incostante, che non ottiene risultati.

Ti voglio raccontà la Storia del mio amico Telemaco, un uomo che amava  questa frase.

C'è nella Maremma un posto speciale..:  La  Montagna dell'Elmo di Sorano.
Proprio qui abitava il mio amico di nome Telemaco.

Telemaco, si, lui si chiamava in questo modo,  perchè mi guardi con imbambolato?

Sei stupito dal nome?
Maremma Boncitta, i mei  amici maremmani avevano nomi ancora più buffi :
Dinamo, Eurialo per gli intimi Euro, Siriano, Sirio, Silia, Selvatico, Arunca.
e potrei continuare e fare una lista lunga lunga.
Potremmo divertirci tutti insieme a crearla...

Qui in Maremma quando una coppia aspettava un cittino non andava mica a cercare sul calendario il  nome da dare, nemmeno gli garbava tanto usare il nome del nonno.
Maremma Speciale,  i nomi per i cittini venivano pensati sul momento, la scelta era legata a qualche  avvenimento, ma fammi continuà la storia :

Io avevo un amico che si chiamava Telemaco e abitava in un casale antico sulla montagna dell'elmo insieme alla mamma e alla su' sorella.

Era un ometto boncitto Telemaco aveva sue grandi passioni:  i  fegatelli  e il vino.
La sù mamma con la sù sorella quando tornavano a casa lo trovavano spesso con il fiasco vuoto sul tavolo.

Un fegatello e un bicchierettù, un fegatello e un bicchierettù .
Per questo le poverette nascondevano la chiave della cantina.
Il mio amico però non era un pollero e la cantina l'apriva pure senza chiave.

Telemaco un giorno decise di sposare Marietta.
Gli garbava tanto la giovane contadina che abitava nel podere vicino.
Il dubbio che lo affligeva era " come dirglielo" .
Telemaco non sapeva da che parte comincià.
Marietta per giunta, era una persona più timida di lui .
Così ' un giorno dopo aver tanto riflettuto
prese l' importante decisione.

Andò in cantina  con 20 fegatelli , immaginò la scena, poi bevve un bicchierettu e mangiò un altro fegatello e con fierezza si diresse verso la casa di Marietta.
Arrivato alla porta bussò in modo deciso.
La su' faccia era rossa ma la voce era tonante. Assunse un atteggiamento " virile",  guardò in faccia
Marietta e così all 'improvvico, senza farla nemmeno riprendere dalla sorpresa,  le  disse  :



- Marietta, io sò un uomo ma .. 
" Sasso che ruzzola non fa carpiccia ",
mi vuoi sposare ?-  



Posta un commento